Festa di San Luigi

250 ANNI DI TRADIZIONE

L'archivio parrocchiale conserva lo "Statuto" della Congregazione di san Luigi Gonzaga, stampato nel 1757; al capitolo XXI si ricorda che la festa "sarà sempre la primaSanLuigi2 domenica dopi il 21 Giugno". Il parroco Don Adamo Barbieri fa istanza al Vescovo per ottenere la licenza scritta di celebrare la festa l'ultimo domenica di Agosto, come si faceva da ormai 60 anni. Questa consuetudine non è mai venuta meno ed è stata celebrata la 250^ festa il 26 agosto 2007.

SanLuigi1San Luigi Gonzaga
Luigi, primogenito del marchese di Mantova, Ferrante Gonzaga, nacque a Castiglione delle Stiviere nel 1568. Era un ragazzo vivace, impaziente, senza complessi, amava il gioco e si divertiva. La madre, Marta Tana di Chieri, gli insegnò da piccolo a orintare decisamente la su vita a Dio. E con la tenacia ci riuscì.


Ricevuta la prima volta l'Eucarestia da San Carlo Borromeo, coltivò una forte unione con Gesù La grazia fece di lui dominio di sè, interamente votato alla carità. Il suo segreto di eroismo è la preghiera: già a dodici anni aveva deciso di dedicare  cinque ore al giorno alla meditazione. Per gradi si sentì attratto alla vita religiosa. Dopo aver vinto l'opposizione del padre e rinunciato alla primogenitura, a 16 anni entrò nella Compagnia di Gesù, dove si distinse per bontà, umiltà e profitto negli studi. Aspira alla missione e al martirio. a l'occasione che gli si presenta è diversa da quella sognata: scoppiò la peste e Luigi si prodigò talmente che la contrasse e ne morì, nel 1591.

Luigi è stato  esemplare catechista coi ragazzi; premuroso con i poveri e i malati, fatto tutto a tutti.
Fu beatificato nel 1605 da Paolo V e canonizzato nel 1726 da Benedetto XIII, che lo nominò "Patrono della Gioventù".

banner-apostolatopreghiera
banner-azionecattolica
banner-cathopedia
banner-santiebeati
Wednesday the 24th.